La Torre

La storia

La Torre Cerrano è uno pochi esempi rimasti integri della fitta rete di fortificazioni costiere del Regno di Napoli, che avevano la funzione di respingere i frequenti attacchi di turchi e saraceni provenienti dal mare. La sua costruzione risale al 1568, le parti alte e laterali della Torre sono un’aggiunta più recente, realizzate nel secolo scorso dalle famiglie che la utilizzarono prima che la torre diventasse patrimonio della Provincia di Teramo nel 1981.
Oggi la Torre, affidata in comodato al Consorzio di Gestione dell’Area Marina Protetta Torre del Cerrano e all’Istituto Zooprofilattico Sperimentale Abruzzo e Molise.

L'antico porto di Atri

Proprio di fronte alla Torre, immerso fra le acque, si trova l’antico porto della città di Hadria, probabilmente di epoca romana. L’esistenza a Cerrano del porto di Atri dall’antico Medioevo, viene menzionata per la prima volta in uno scritto del Sorricchio (“Il comune atriano del XIII e XIV secolo”, Atri 1983, doc. XIII, pagine 233-234), il quale ipotizzava che il culmine dell’attività di un porto in zona era intorno al VII secolo avanti Cristo. Anche il geografo augusteo Strabone, nei suoi scritti cita l’esistenza, in età romana, di un porto connesso con Atri presso la foce del fiume Matrinus (per alcuni possibile nome antico del torrente Cerrano). Ancora oggi, nuotando di fronte alla Torre con una semplice maschera, è possibile osservare i resti sommersi dell’antico porto.

Il Museo del Mare

Il Museo del Mare, progettato e sviluppato dagli uffici dell’Area Marina Protetta, è invece pensato, nel suo percorso che dal basso verso l’alto della torre, identificando una immaginaria risalita del visitatore dai fondali dell’Adriatico alla sua superficie, come un susseguirsi di ambienti ed ecosistemi che possono offrire infinite possibilità di osservazione.

La biblioteca del mare

La Biblioteca del Mare, predisposta e progettata on line dall’Istituto Zooprofilattico Sperimentale Abruzzo e Molise, alla cui OPAC è collegata, consente, attraverso uno specifico portale, raggiungibile da qualunque strumento collegato alla rete internet di effettuare ricerche sui maggiori e più importanti motori di ricerca scientifica per l’Adriatico e la natura del Mar Mediterraneo e caricare documentazione utile ad arricchire il catalogo.

km²
37
km²
PROGETTI
136
PROGETTI
VISITATORI ALL'ANNO
30000
VISITATORI ALL'ANNO
VOLONTARI
500
VOLONTARI

Protagonisti della natura

Dallo Zafferanetto al Fratino, dalla Trivia adriatica alla Soldanella marittima, nell’Area Protetta della Torre del Cerrano uno spaccato della natura che stupisce ogni volta.